Pinacoteca Nazionale di Bologna and Palazzo Pepoli Campogrande

PINACOTECA NAZIONALE DI BOLOGNA   

RIAPERTURA AL PUBBLICO DELLA COLLEZIONE PERMANENTE DAL 2 SETTEMBRE

 

Via Belle Arti, 56 Bologna
tel. 0514209411 fax 051251368
mail: drm-ero.pinacoteca-bo@beniculturali.it

E mail certificata:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


https://www.facebook.com/PinacotecaBologna
Gabinetto Disegni e Stampe: www.gdspinacotecabo.it

Documenti scaricabili:

Carta della qualità e dei servizi (formato PDF, 543 KB)

Modulo per reclami (in italiano, formato PDF, 24KB)

Complaints' form (english version, PDF format, 19KB)

 

ORARI

mercoledì dalle ore 9.00 alle 19.00

sabato dalle ore 9.00 alle 19.00

Nelle seguenti giornate l'orario è prolungato fino alle 22.30

26 settembre (giornata del patrimonio)
7 ottobre, 24 ottobre, 
14 novembre (notte dei musei)
25 novembre 
19 dicembre.

chiusura biglietteria e ultimo ingresso 30 minuti prima degli orari indicati

Gli ingressi saranno contingentati fino ad un massimo di 18 persone ogni ora e un quarto. Ulteriori indicazioni verranno date all'ingresso dal personale di vigilanza.

 Scarica qui gli orari di ingresso alla Pinacoteca

 

Ingresso

intero 6,00 €

agevolato 2,00 € giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni

gratuito per tutti i cittadini di età inferiore a 18 anni,per i possessori della Card Musei Metropolitani di Bologna.
sono previste ulteriori agevolazioni per l'ingresso.

Il biglietto dà accesso anche a Palazzo Pepoli Campogrande

 

Le sede sarà regolarmente aperta nelle festività di Pasqua, domenica 21 e lunedì 22 aprile, giovedì  25 aprile, mercoledì 1 maggio e giovedì 15 agosto.

La Pinacoteca resterà chiusa nei giorni del 25 dicembre e 1 gennaio.

 

Accessibilità

accessibile a persone con disabilità motorie

 

Servizi

sale per mostre, conferenze e convegni

Si comunica che questo istituto s'impegna per offrire al pubblico un orario di visita quanto più esteso possibile, nel rispetto dei criteri per l'apertura al pubblico, la vigilanza e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali previsti dal D.M. del 30 giugno 2016, in attesa che vengano espletate le previste procedure concorsuali finalizzate al superamento delle attuali carenze organiche e al conseguente incremento del personale in servizio.

 

PALAZZO PEPOLI CAMPOGRANDE E QUADRERIA ZAMBECCARI 

RIAPERTURA AL PUBBLICO DAL 7 LUGLIO 2020


Via Castiglione, 7 Bologna
tel. 051 229858 fax 051 279926
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

ORARI

Da Lunedì alla Domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00

Nei Mercoledì e Sabato di settembre e il 3 ottobre l'orario è prolungato fino alle ore 22.00

Nelle seguenti giornate l'orario è prolungato fino alle 22.30

26 settembre (giornata del patrimonio)
7 ottobre, 24 ottobre, 
14 novembre (notte dei musei)
25 novembre 
19 dicembre.

(chiusura della biglietteria 30 min prima)

INFORMAZIONI DI ACCESSO

  • Non sarà consentito l’accesso al visitatore con sintomi influenzali.
  • Tutti i visitatori dovranno indossare mascherine e igienizzare le mani all’ingresso.
  • Un totem o il personale all’ingresso del sito forniranno le informazioni necessarie ai visitatori.
  • La vendita dei biglietti avviene esclusivamente presso la biglietteria della Pinacoteca Nazionale di Bologna (via delle Belle Arti, 56) durante i seguenti orari di apertura: mercoledì dalle ore 10:00 alle 19:00 e sabato dalle ore 10:00 alle 19:00. I biglietti potranno essere utilizzati per l’accesso a Palazzo Pepoli Campogrande durante i giorni seguenti all’acquisto. L'accesso per i possessori della Card Cultura potrà invece avvenire direttamente presso Palazzo Pepoli Campogrande.
  • L’ingresso al museo sarà contingentato in caso di numero eccessivo di visitatori
  • I visitatori appartenenti a nuclei familiari o a coppie potranno accedere insieme
  • I gruppi guidati potranno accedere fino ad un massimo di 8 componenti provvisti delle opportune dotazioni tecnologiche per evitare assembramenti.

Per ulteriori informazioni contattare 051 4209 442

 

 

Accessibilità

NON accessibile a persone con disabilità motorie

 

 

Servizi

sale per mostre, conferenze e convegni

 

 

Carta della qualità e dei servizi

Scarica il documento (aggiornato a ottobre 2017)

 

TEMPORANEAMENTE CHIUSI AL PUBBLICO  per informazioni o appuntamenti scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L' Archivio Fotograficoubicato a Palazzo Pepoli Campogrande è aperto al pubblico dalle ore 8.30 alle ore 13.30 nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì.

Causa ridotta disponibilità di personale, è opportuno che gli utenti comunichino in anticipo le loro esigenze via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., precisando il numero di telefono al quale desiderano essere richiamati in caso di difficoltà sopraggiunte.

L'accesso è infatti subordinato alle esigenze del servizio.

La Biblioteca situata negli uffici del Polo Museale è aperta al pubblico il Venerdì dalle 8.30 alle 12.30, previa presentazione di una lettera di motivazione.

Il Gabinetto disegni e stampe è accessibile al pubblico nei giorni di Lunedì e Mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 11.30.

 

 

PINACOTECA NAZIONALE DI BOLOGNA

 

screenshot

 

La Pinacoteca Nazionale di Bologna ha sede nell'ex noviziato gesuita di Sant'Ignazio. Il museo, oggi completamente rinnovato (1997) nelle sue strutture secondo i più moderni criteri conservativi e museografici, offre ai visitatori un affascinante percorso attraverso la pittura emiliana dal XIII al XVIII secolo. Entrata a far parte delle più importanti raccolte d’arte europee, la pinacoteca nacque nel 1808 come quadreria dell’Accademia di Belle Arti e divenne museo autonomo nel 1882. Per il Trecento si segnalano opere di Vitale, dello Pseudo Jacopino, di Simone dei Crocefissi e di Jacopo di Paolo, di Giotto e di Lorenzo Veneziano, oltre ad una delle più vaste raccolte nazionali di affreschi trecenteschi staccati (come ad esempio quelli provenienti dalla Chiesa di Mezzaratta). Nella sezione rinascimentale dipinti dei Vivarini, del Cossa e del Costa, di Perugino e di Raffaello a precedere i capolavori del Parmigianino e di Tiziano. La ricchissima sezione secentesca propone le sale dedicate ai tre Carracci ed a Guido Reni, Guercino, Domenichino e Tiarini. Il percorso si conclude con opere del Settecento emiliano (Crespi, Creti, Gandolfi). Al piano superiore è il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, ricco di migliaia di pezzi, consultabili a richiesta.

 

 

 

PALAZZO PEPOLI CAMPOGRANDE A BOLOGNA

 

ghirlanda di fiori e farfalle palazzo pepoli

 

 

Già proprietà di una delle più importanti famiglie della città, il Palazzo venne eretto nella seconda metà del XVII secolo trovando il suo completamento soltanto nel primo decennio del secolo successivo. Il Salone e le quattro grandi sale furono affrescati da Domenico Maria Canuti, Giuseppe Maria Crespi, e Donato Creti, in un percorso che si snoda attraverso cinquant’anni di pittura toccando i principali protagonisti della pittura bolognese d’età barocca che da un lato recupera, con l’aggancio alla fase matura di Canuti, l’età post-reniana, dall’altro preannuncia con Crespi e Creti sviluppi pienamente settecenteschi. Le sale ospitano una significativa selezione della quadreria Zambeccari, fra le più importanti della storia pittorica della città. Sono presenti opere dei capiscuola della pittura emiliana come Lodovico Carracci, Guercino, Albani e Crespi, ma ancora Passerotti, Tiarini, Mastelletta, Franceschini, Pasinelli e Creti. In più vi si contano alte testimonianze di scuole pittoriche non regionali come la fiorentina, la genovese, la veneta e la napoletana con opere di Mattia Preti, Luca Giordano, Bernardo Strozzi, Palma il Giovane, Sebastiano Ricci e Piazzetta.